L'intervista

L'intervista

Come dirigere l'intervista perfetta

2019-04-29

Tra le varie tipologie di video esistenti l’intervista risulta tra le più complicate da svolgere, in quanto prevede preparazione, abilità tecniche e sensibilità nel rapportarsi ad altre persone.  
Per dirigere un’intervista con camera sono molte le variabili da considerare se si vuole ottenere un ottimo risultato, tuttavia sono tre le principali componenti: il luogo, il soggetto intervistato e l’intervistatore.


Qui sotto ti diamo alcuni semplici consigli da seguire per poter effettuare l’intervista perfetta senza commettere errori. 

1. Il luogo:

La scelta del luogo può sembrare banale, ma in realtà è fondamentale.
Scegli un luogo silenzioso, in modo da non avere rumori in sottofondo o che possano interrompere la registrazione.

Utilizza uno sfondo che non distragga troppo chi guarda il video, è importante che l’attenzione rimanga sull’intervistato. Un piccolo trucco è quello di mettere a fuoco solo il soggetto dell’intervista (ed eventualmente l’intervistatore, se presente nell’inquadratura) mantenendo il resto dell’ambiente sfocato, senza però dimenticare che si deve capire come è strutturato lo sfondo.

Per quanto riguarda l’illuminazione principale generalmente si tende ad usare una luce soffusa in quanto abbellisce, ma tieni a mente che non sempre è la scelta più appropriata.
Ti consigliamo di posizionare la luce a sinistra della videocamera, in modo tale da donare forma e intensità. MAI posizionarla  in modo che illumini il soggetto dal basso, creerebbe un look innaturale. In termini di altezza si consiglia di direzionare la luce a circa 45 gradi sopra il soggetto, così il viso risulterà perfettamente illuminato.
Per dare maggior qualità al video, puoi inoltre servirti di altre due sorgenti luminose: una è al lato opposto e più tenue rispetto all’illuminazione principale (in modo da creare delle ombre), mentre l’altra deve essere posizionata dietro la testa dell’intervistato, il più lontano possibile (questa luce è importante, crea separazione tra il soggetto e lo sfondo).

Infine, una particolare menzione va fatta per quanto riguarda l’audio. L’ideale per catturare la voce del soggetto è munirsi di un microfono indossabile, è fortemente sconsigliato utilizzare quello della telecamera. Infine ricorda: attenzione al tono di voce!

 2. L’intervistato

La prima cosa da fare è scegliere il giusto soggetto da intervistare. È consigliabile prediligere qualcuno che sappia esprimersi fluentemente e vivacemente davanti alla videocamera: se ti annoi ascoltando il tuo intervistato, è molto probabile che anche il tuo pubblico lo farà!

Una volta compiuta la scelta, il soggetto va preparato: deve sentirsi a proprio agio senza aver paura di apparire poco attraente o di commettere qualche errore. Rassicuralo: il video potrà essere modificato per migliorare il suo aspetto, ed eventuali errori potranno essere cancellati o corretti. 

Il soggetto non dovrebbe dare risposte ovvie o che possono confondere gli spettatori, inoltre è buona pratica ripetere la domanda all’interno della risposta (ad es. “Qual è la ragione per cui ha scelto di entrare nel settore dell’energia?” “Il motivo per cui sono entrato nel mondo dell’energia è…”).


Ad ogni modo è sempre utile prepararsi facendo delle prove assieme al soggetto, così da “rompere il ghiaccio” e potersi assicurare che tutto vada per il meglio: così sarai certo di scongiurare epic fail come quello proposto nel video qui sotto.



3. L’intervistatore

Anche il ruolo dell’intervistatore ha la sua rilevanza.
Il suo compito più importante è quello di mettere a proprio agio l’intervistato creando un’atmosfera rilassata e amichevole: è consigliabile infatti evitare di porre domande come se fosse un interrogatorio, bensì sarebbe meglio trasformarle in affermazioni dirette.

L’intervistatore dovrebbe stare il più vicino possibile al soggetto, in modo tale da attirare l’attenzione su di sé e per far sì che non si distragga con l’attrezzatura o l’ambiente circostante.


Se non vuoi risultare sgarbato evita di interrompere il soggetto sovrapponendo i tuoi commenti durante le risposte, aspetta che risponda sorridendogli e mantenendo il contatto visivo (tuttavia non dimenticare di non perdere il controllo dell’intervista, superando anche la paura di affrontare argomenti “scomodi”!!).

Prepara prima le domande, in modo da costruire una sequenza che porti agli argomenti desiderati ma attenzione, MAI leggere il proprio materiale: risulteresti impreparato e meccanico.
Ricorda, le parole chiave sono positività e spontaneità!


Subscribe to the newsletter



  • Take part in the creators revolution

    Registration will be soon available, stay updated with our newsletter!

This website uses Cookie

Teyuto uses technical cookies which let you navigate inside the website or inside the app and to use options and services, cookies profiling to customize the user experience in the best way possible and third parts cookies

For more informations read our privacy policy

Types of Cookies

Technicals (needed for the use of Teyuto)
Statistics

You can change your preferences in every moment.